Sono studi e progetti  per il recupero e riuso immobiliare, rivolti alla preliminare verifica delle potenzialità di un determinato bene immobile ed alle prospettive di sviluppo che se ne possano trarre, al fine di conseguire un’ottimizzazione architettonica, immobiliare, ambientale ed economica.

L’obiettivo è quello di analizzare, attraverso gli strumenti urbanistici, le fattibilità possibili per ottenere un miglioramento del bene oggetto dello studio, ovvero, verificare le opportunità che possano, attraverso specifici interventi, perfezionare le condizioni della proprietà in virtù delle esigenze della committenza, dell'uso o della vendita.

La finalità dello studio di fattibilità è anche quello di indicare i percorsi progettuali, i costi e gli iter amministrativi da seguire per l’ottenimento dei risultati.

Percorso:

  1. sopralluogo e analisi generale dello stato dell'immobile;
  2. verifica situazione e due diligence catastale e urbanistica del bene: legittimità, condoni, catasto;
  3. verifica urbanistica di PRG sul bene: premi, residui, piano casa, strumenti urbanistici applicabili, frazionamenti, accorpamenti, cambi di destinazione d'uso; 
  4. verifica ambientale e dei vincoli diretti e indiretti ricadenti nell'area e sul bene;
  5. rilievi, ipotesi distributive preliminari;
  6. redazione studio di fattibilità, illustrazione del percorso progettuale, stime temporali; 
  7. analisi preliminare costi.

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Cliccando su ok o proseguendo la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information